Sana, il Salone del biologico 2019: mille espositori e 60mila metri quadrati visitabili

È stata presentata ufficialmente la trentunesima edizione di Sana, il Salone internazionale del biologico e del naturale che si terrà al quartiere fieristico di Bologna dal 6 al 9 settembre. Gli espositori saranno un migliaio e 60mila i metri quadrati di superficie espositiva, suddivisi in sei padiglioni. Soddisfazione di Federbio e Assobio, che il 5 e 6 settembre terranno sempre a Bologna gli Stati Generali del biologico, la cui conclusione coinciderà con l'inaugurazione di Sana.

11 Luglio 2019

Un settore, quello del biologico, che ha fatto registrare negli ultimi sette anni un incremento del 71%, impiegando oltre 75mila imprese e occupando il 15,4% della superficie nazionale per quasi due milioni di ettari. Sono i dati in continua crescita, dal 2011 a oggi, del biologico in Italia che coronano la 31ima edizione di Sana, il Salone internazionale del biologico e del naturale che si terrà al quartiere fieristico di Bologna dal 6 al 9 settembre. Gli espositori saranno un migliaio e 60mila i metri quadrati di superficie espositiva, suddivisi in sei padiglioni.

La manifestazione è organizzata da BolognaFiere, in collaborazione con AssoBio e FederBio, con il patrocinio del Ministero dell’ambiente e della tutela del territorio e del mare e il supporto di ITA, Italian trade agency. Terra Nuova avrà un suo spazio all'interno di Salone e sarà presente anche all'interno del BioMercato NaturaSì, evento all'interno dell'evento. Per l'occasione, verrà distribuito diffusamente il numero di settembre della rivista Terra Nuova che conterrà uno speciale sul giusto prezzo in agricoltura, tema centrale del rilancio e del sostegno ai produttori agricoli.

All'interno della fiera ci saranno tre settori portanti: il FOOD, che avrà per protagoniste le più importanti aziende del settore alimentazione biologica italiana e internazionale (padiglioni 29 e 30); il settore CARE&BEAUTY che sarà lo spazio dedicato ai produttori di cosmetici biologici e naturali, prodotti per la cura del corpo, integratori alimentari, prodotti/servizi naturali per la cura della persona (padiglioni 25 e 26); il GREEN LIFESTYLE che proporrà tecnologie, prodotti e soluzioni ecocompatibili, per uno stile di vita sano e responsabile (padiglione 28). Previsti convegni e workshop.

SANA 2019 sarà anche “plastic free” negli ambiti della ristorazione, permettendo, secondo le stime di Camst, di risparmiare l'immissione nell'ambente di 10 tonnelate di plastica monouso; via libera al vetro e ai materiali compostabili per contenitori e suppellettili; l’acqua minerale sarà erogata in modalità free-beverage da distributori dedicati e i visitatori potranno utilizzare speciali borracce messe a loro disposizione. Anche le proposte di food and beverage avranno una declinazione bio, proponendo snack, panini, brioches, pizze, insalate, frutta e bevande, vini inclusi, rigorosamente bio e in contenitori compostabili.

Quest'anno, poi, alla vigilia della manifestazione si terranno gli Stati Generali del biologico, nelle giornate del 5 e 6 settembre, che avranno come titolo DALLA RIVOLUZIONE VERDE ALLA RIVOLUZIONE BIO: due giornate con confronti ad altissimo livello in cui si delineeranno le scelte strategiche per il futuro dell’agricoltura e di ambiti fondamentali come la sostenibilità, il rispetto dell'ambiente e il corretto utilizzo delle risorse. «L’evento andrà a stimolare una riflessione sul ruolo del biologico per l’agricoltura italiana e sulla sua correlazione con fattori essenziali in chiave prospettica come: la biodiversità, la protezione delle acque e il climate change - spiega Maria Grazia Mammuccini, neo-presidente di Federbio - Lo svolgimento degli “stati generali del bio” parallelamente a SANA darà vita a un momento di massima visibilità per il biologico, ribadendo la manifestazione quale accreditata sede in cui, ogni anno, le associazioni e le istituzioni di competenza, gli esperti, gli operatori e le aziende del settore si danno appuntamento per confrontarsi sugli ambiti di maggior importanza per la tutela dell’ambiente e la sua salvaguardia».

Mammuccini si è poi augurata che venga presto approvata anche al Senato la legge sul biologico già passata alla Camera e ha sottolineato come sia importante sostenere l'obiettivo del 40% di superficie coltivata a biologico di qui al 2030.

Alla conferenza stampa di presentazione di Sana, oltre alla Mammuccini, erano presenti Gianpiero Calzolari, presidente di BolognaFiere, Renato Ancorotti, presidnete di Cosmetica Italia e Roberto Zanoni, presidente di Assobio.

QUI il sito ufficiale di Sana

QUI per approfondire programma e dettagli sugli Stati Generali del biologico

di Terra Nuova

Posta un commento