Contro la desertificazione: la lotta di un ecovillaggio in Senegal

Guede Chantier, un ecovillaggio che sorge nella valle del fiume Senegal, sta creando sinergie con partners nazionali ed internazionali per combattere la desertificazione e l'emigrazione. Ecco un video che illustra il loro impegno per la salvaguardia del pianeta Terra.

04 Giugno 2018

Guédé Chantier è una fiorente eco-comune con circa 7.000 abitanti e si trova sulle rive del fiume Doué nella valle del fiume Senegal.
Grazie alla stretta collaborazione tra l'associazione italiana Damanhur Education APS e REDES , la rete degli ecovillaggi subsahariani, Guédé Chantier ha ricevuto, e continuerà a ricevere supporto per la lotta alla malnutrizione, l'emigrazione e la desertificazione dei territori, attraverso un'azione di riforestazione. Sono già state piantati 1600 alberi da frutto e avviati molti orti comunitari.
"La nostra eco-comunità gemellata si trova nel nord del Senegal, nella regione del Sahel, vicino al deserto del Sahara" racconta la damanhuriana Macaco Tamerice (Martina Grosse Burlage), presidente della Damanhuir education APS. "Negli ultimi cinque decenni, Guédé come tutti i villaggi della valle del fiume Senegal, è colpita dalla desertificazione a causa del cambiamento climatico e anche alle attività economiche della regione".

Il supporto arriva anche dalla Rete internazionale degli ecovillaggi, GEN-Global ecovillage network , in particolare da GEN-Africa , la rete degli ecovillaggi Africani che ha incoraggiato l'incontro dell'inverno scorso tra il presidente del GEN-Mauritania, l'onorevole deputato Moctar Sow, e Aly Ousmane Pame, presidente di GEN Africa e di REDES. "Ci sono stati proficui scambi sulle rispettive esperienze e sono state esplorate le possibilità di rafforzare la cooperazione tra le comunità-ecovillaggio su entrambe le sponde del fiume Senegal" racconta Aly Ousmane Pame. "Riconoscendo che i problemi ambientali ignorano i confini nazionali e che, in assenza di risorse sufficienti, gli Stati non sono in grado di affrontare le molteplici sfide poste dal collasso degli ecosistemi, i rappresentanti degli ecovillaggi si sono impegnati ad unire i loro sforzi per combattere in modo più efficace gli effetti socio-economici nefasti causati dalla desertificazione e dai cambiamenti climatici. GEN-Mauritania e REDES stanno lavorando insieme per trasformare trentacinque villaggi tradizionali su entrambi i lati del fiume Senegal, dando vita ad un grande HUB (un fulcro, un concentratore) di esperienze di ecovillaggio".
Se vuoi sostenere anche tu il progetto Guédé Chantier o diventare un volontario, clicca qui!

Guarda il video!
 

di Francesca Guidotti


Forse ti interessa anche:

Video

Posta un commento