Viaggio in Kerala: l’India tra tradizione e spiritualità

20 - 29 novembre 2017: 10 giorni per entrare in contatto con l’India più tradizionale, l’Ayurveda, la storia, la pratica dello Yoga, la filosofia Vedanta, la meditazione, nella magica atmosfera di un antico eremo indiano

21 Giugno 2017

Il programma

Conoscere l’India: i primi quattro giorni dal 20 al 23 alloggeremo in Kochin presso una tradizionale guest house indiana. Andremo a visitare una clinica ayurvedica che ci offrirà trattamenti ayurvedici in linea con la tradizionale medicina naturale indiana. Visiteremo la storica Fort Cochin, i quartieri dei coloni, gli edifici storici, il mercatino turistico, avremo modo di assistere ad uno spettacolo di teatro danza tradizionale, viaggeremo per i canali navigabili per poi fermarci a mangiare con una famiglia di pescatori sulle foglie di banana, per entrare a contatto con la gente locale ed i loro usi.
Questa prima parte rende il soggiorno adotto anche a chi visita l’India per la prima volta e vuole avere un’assaggio turistico del Kerala vero e dell’India tradizionale.

Vedanta Retreat

Dal 24 al 29 novembre, 6 giorni di ritiro immersi nell’atmosfera spirituale di uno tra i più importanti ashram indiani e la compagnia dei monaci. La programmazione giornaliera prevede al mattino la pratica del Pratyahara e della meditazione individuale nell’antica cornice dell’ashraam, a seguito della colazione una lezione di filosofia Vedanata condotta da un monaco dell’ashram, al quale avremmo l’opportunità di fare domande e colloquiare (Satsang) di spiritualità e filosofia di vita. Advaita (Uno denza Secondo) Vedanta (alla fine dei Veda) è la corrente filosofica indiana che sostiene il Principio Unico creatore, si riferisce alla più alta forma di speculazione filosofica intorno ai Veda, i testi sacri induisti, considerati anche i più antichi libri scritti al mondo.
Nel pomeriggio, una lezione di Hatha Yoga e guidata da Santoshi Devi (insegnante italiana organizzatrice ed accompagnatrice del gruppo) e due visite guidate a i più interessanti templi della zona.    
Inoltre, per immergerci ancora di più nell’atmosfera spirituale del luogo, prenderemo parte ad una tradizionale “puja”, cerimonia propiziatoria del fuoco, con un sacerdote brahmino.

L’Ashram

Il ritiro Yoga avrà luogo nello Shree Shankara Nilayam, un posto sacro situato in un piccolo eremo in mezzo al verde Veliyand nel distretto di Ernakulam, Kerala, India. L’ashram sorge intorno alla casa natale del grande santo, saggio e filosofo Adi Shankara, nobile esponente della filosofia Advaita-Vedanta. A lui dobbiamo la rifioritura dell’induismo dopo un periodo di dominio culturale da parte del buddhismo e giainismo in India. Confutando nei dibattiti filosofici le dottrine dei grandi filosofi scolastici buddhisti, Shankara stabilì la supremazia del Sanatana Dharma storicamente intercambiabile con l’indusimo ossia “eterna verità, insegnamento e tradizione”. Sanatana Dharma è il riconoscimento dell’essenza spirituale della vita e delle sue infinite espressioni. Un eterno e sempre presente stile di vita. Nello stesso complesso dell’ashram si trova anche un centro di ricerca sul sanscrito e sulla cultura tradizionale indiana, uno dei principali in India, che comprende una vastissima biblioteca. E’ un eccellente centro di studi, ricerche e seminari di filosofia, cultura e arte. Il centro Shree Adi Shankara Nilayan è un vicino punto di accesso a molti antichi templi come Guruvayur e Kalady.

Sistemazione, costi ed iscrizioni

Il costo di partecipazione è di € 650 compresa tessera d’iscrizione all’associazione culturale Karuna Guru Yoga Darshan e comprende sistemazione in camere singole o doppie (a scelta) con bagno interno, con a/c, semplici e pulite. I pasti sono tutti compresi nell’ashram mentre per i giorni in cui staremo in guest house compresi colazione e cena, mentre il pranzo sarà libero fuori. In ashram si potrà usufruire di tutti i servizi che il centro studi e l’ashram offre tra cui una vasta biblioteca, ma anche una efficiente lavanderia. Anche le lezioni di yoga, materiale didattico relativo allo yoga e materassini, gli spostamenti, le visite ai templi e le attività culturali in programma (trattamenti ayurvedici, spettacolo danza e gite sui canali) saranno comprese nel prezzo.
Il viaggio aereo di andata e ritorno non è compreso nel prezzo. Per il gruppo, si attende comunque l’arrivo dei partecipanti all’aeroporto di Cohin (Kerala, India) nella giornata del 20 Novembre 2017, mentre la partenza per l’Italia avverrà nella giornata del 29.
Abbiamo comunque un’agenzia di riferimento per il gruppo che segue biglietti e visti, Antologia Viaggi, Piazza della Resistenza Pistoia, 20, 0573367158

Cosa Portare

Scarpe basse (un paio da ginnastica e un paio di sandali o ciabatte infradito). Vestiti comodi di cotone (no tessuti sintetici), soprattutto a mezza manica ma non sbracciati poiché nella cultura tradizionale indiana, in particolar modo per le donne, è di buon gusto la spalla coperta soprattutto in luoghi religiosi. Repellente per zanzare. Un buon libro spirituale da leggere nei momenti di relax. Un quaderno per appunti. Una giacca a vento.(eventuale). Torcia. Computer portatili sono ammessi nelle ore libere. Un sacco a pelo o un paio si lenzuola. Verranno forniti invece dall’organizzazione i materassini per lo yoga, gli imbuti per la pulizia del naso mattutina (essenziale nella pratica yogica) e il completo yoga bianco per la pratica.

Da notare

Per le persone che si accingono a intraprendere il primo viaggio in India, è doveroso valutare la preventiva somministrazione di vaccini consigliati ma non abbligatori (rivolgersi al proprio medico o all’Usl). Munirsi di aspirina ed enterogermina o fermenti lattici equivalenti per contrastare eventuali alterazioni della flora batterica dovuta al cambio di clima e alimentazione. Importante inoltre stipulare un’assicurazione medica che copra il periodo del vostro soggiorno in India (si può fare anche tramite l’agenzia di viaggi presso la quale si acquista il biglietto). Coloro che invece soffrono di particolari malattie o disturbi sono pregati di comunicarlo con anticipo prima dell’iscrizione.
Per visionare il programma della passata edizione
www.vakrayoga.worpress.com sezione Attività/ritiri

Per info ed iscrizioni

Silvia, Santoshi tel 349 2588489

silviabarbani@yahoo.it

Karuna Guru Yoga Darshan (fb)

“La Filosofia Advaita-Vedanta è la summa del sapere culturale hindu. E’ la risposta alla domanda esistenziale “chi sono”, è l’approndo dal mondo dell’illusione a quello della Verità”.

di Sergio Tonon

Posta un commento