Che la terra sia democrazia. Grazie Vandana!

Vandana Shiva ha conquistato la grande platea del cine-hall Odeon a Firenze il 28 gennaio scorso, fornendo una fotografia realistica e rigorosa dei poteri sempre maggiori che le multinazionali hanno su terra e cibo. Per lei tanti, meritatissimi applausi. L'iniziativa era organizzata dal cinema Odeon e Navdanya International con la mediapartnership di Terra Nuova.

31 Gennaio 2018

Il momento è "caldissimo" per la mobilitazione dei cittadini in difesa della terra e del cibo e di quella democrazia che passa attraverso di essi. Mai come oggi minacciati dalle multinazionali.

Lo ha ricordato Vandana Shiva al cinem Odeon di Firenze l'altra sera, di fronte a una vasta platea attentissima che non si è persa una sola parola dell'attivista che da anni gira il mondo per sensibilizzare le popolazioni alla "lotta" pacifica per la "democrazia della terra".

Oggi in ballo ci sono l'autorizzazione all'uso del glifosato in Europa per ulteriori cinque anni, l'approvazione del trattato commerciale CETA in modalità provvisoria in attesa del responso dei parlamenti nazionali, le fusioni fra grandi multinazionali del settore agricolo e farmacologico. Le grandi multinazionali stanno prendendo il controllo della nostra vita riducendo progressivamente gli spazi di partecipazione democratica. E qual è dunque il ruolo della società civile, sempre più preoccupata dei danni all'ambiente e alla salute dei cittadini, in un momento in cui le decisioni prese dall'alto a livello globale promettono di avere seri impatti sul locale, sulla quotidianità e sulla stessa qualità della vita?

Vandana Shiva lo ha illustrato con la sua esperienza e competenza durante la serata, di cui vi proponiamo il video.

di Terra Nuova


Forse ti interessa anche:

Posta un commento