Andate dove non va nessuno

«I luoghi famosi». La poesia di Franco Arminio, scrittore e regista.

17 Agosto 2018
Andate dove non va nessuno. Stili di vita

I LUOGHI FAMOSI

perdono sangue, diventano

pura scenografia.

Se ancora volete trovare

qualcosa da guardare

andate dove non va nessuno.

Oggi è in corso un travaso misterioso

tra la fama e l’anonimato:

vale per le persone e per i luoghi.

La bellezza è di chi non sa di averla,

non c’è scampo per chi commercia

con la sua bellezza.

Nessun monumento ci può emozionare

quanto la gioia di un luogo vero.

I luoghi famosi ormai sono cimiteri

senza morti, coi turisti al posto dei morti,

morti che vagano e bruciano

il sacro che c’era in quei luoghi.

Chi è nascosto allora stia tranquillo,

è inutile farsi avvistare, è perfino brutto.

Quello che conta è essere

davvero quello che siamo,

stare dove veramente stiamo.

 

Franco Arminio è poeta, scrittore e regista italiano, autodefinitosi come «paesologo». Roberto Saviano lo ha ha descritto come «uno dei poeti più importanti di questo paese». Tra i suoi libri: Cartoline dai morti (2011), Terracarne (2011), Geografia commossa dell’Italia interna (2013), Cedi la strada agli alberi (2017), Per tornare assieme nella casa del mondo (2018), Resteranno i canti (2018). Collabora con Il Manifesto e Il Fatto Quotidiano e ogni anno organizza l’evento «La Luna e i Calanchi» in Basilicata nel paese di Aliano (Mt); l’edizione 2018 si terrà dal 22 al 26 agosto (www.lalunaeicalanchi.it ).

______________________________________________________________________________________

Articolo pubblicato su Terra Nuova Luglio-Agosto 2018

Abbonati

Dove acquistare

Richiedi copia omaggio

Archivio rivista

Acquista l'ultimo numero online  

Scarica la APP e leggi Terra Nuova in digitale

Visita www.terranuovalibri.it lo shop online di Terra Nuova

di Terra Nuova


Forse ti interessa anche:

Posta un commento