Come far germogliare i fagioli azuki?

Giuliana Lomazzi, blogger e autrice di vari ricettari di cucina naturale editi da Terra Nuova Edizioni, risponde alla domanda di una nostra lettrice.

25 Settembre 2018
Come far germogliare i fagioli azuki? Cucina naturale

Gentilissimi,

ho una richiesta da farvi: nel vostro libro I germogli nel piatto , di Giuliana Lomazzi, è scritto che si può far germogliare diversi legumi fra i cui gli azuki.

Io acquisto azuki biologici da diverse case produttrici, ma non germogliano. Ho provato a lasciarli a bagno diversi giorni, cambiando l’acqua tutti i giorni ma non ottengo niente, dopo un po’ sono costretta a gettarli, perché prendono un brutto odore e fanno una specie di bava sul fondo del vasetto. Qualcuno saprebbe dirmi perché?

Vi ringrazio anticipatamente e vi faccio i complimenti per la vostra bella rivista,

Angela

 

• Risponde Giuliana Lomazzi (www.cucinatralerighe.blogspot.it ), autrice del libro citato.

Gentile Angela,

cercherò di spiegare in modo più dettagliato la preparazione dei germogli di fagioli azuki, sperando così di esserti di aiuto.

Per la germinazione si possono usare il vasetto, il germogliatore o il sacchetto. A differenza dei fagioli mungo, indubbiamente i più semplici da germinare, gli azuki richiedono qualche attenzione in più e un po’ più di pazienza.

I semi vanno sciacquati bene e messi in ammollo in acqua calda (non bollente) per 8-10 ore. Poi si scolano, si sciacquano di nuovo e si mettono a germogliare. I primi tre giorni è bene mescolarli e risciacquarli spesso.

Se dovessero risultare collosi, significa che non sono ben aerati, in questo caso si può spostare il coperchio per un paio di ore, evitando comunque l’esposizione alla luce. Nei giorni successivi bisogna sempre mescolare e sciacquare i semi, ma con meno frequenza.

Il tempo complessivo di germinazione degli azuki è di 5-6 giorni, ammollo compreso. I germogli di azuki si conservano in frigo per un paio di giorni.

________________________________________________________________________________________

Articolo tratto dal mensile Terra Nuova Settembre 2018

Abbonati

Dove acquistare

Richiedi copia omaggio

Archivio rivista

Acquista l'ultimo numero online  

Scarica la APP e leggi Terra Nuova in digitale

Visita www.terranuovalibri.it lo shop online di Terra Nuova

 

POTREBBE INTERESSARTI

I GERMOGLI NEL PIATTO

Croccanti, ricchi di vitalità e assortiti: nonostante queste caratteristiche i germogli - cioè quegli alimenti ottenuti dai semi germogliati di legumi, cereali, oleaginose o ortaggi - stentano a entrare nelle nostre abitudini alimentari. Ma i germogli sono più diffusi di quanto non si pensi: infatti per fare la birra e il whisky si usa l'orzo germogliato, e tutte le volte che mettiamo a bagno i legumi prima di cucinarli pratichiamo una pregerminazione. Questo per quanto riguarda i semi. Non dimentichiamoci, infatti, delle gemme che nascono direttamente dalle piante, come gli asparagi e le puntarelle, i germogli di luppolo, molto usati in primavera, o quelli di bambù tanto apprezzati nella tradizione orientale.

Tutto questo, e molto altro, lo scoprirete durante la lettura di questo ricettario. Che già apprezziate i germogli o che ancora non lo facciate, questo libro intende introdurvi al loro mondo saporito e vitale, conducendovi pagina dopo pagina alla scoperta di una dieta biologica e vegetale, con alimenti vivi e freschi succhi di erbe. Imparerete inoltre a scegliere i semi e a trattarli, ad acquistarli e a conservarli, e precise indicazioni sono fornite per produrre in casa i vostri germogli preferiti, utilizzando il germogliatore, delle semplici vaschette o dei vasi di vetro.

Nella seconda parte del ricettario oltre 100 ricette, illustrate, vi forniranno idee e combinazioni per mettere in tavola i vostri beniamini nelle più diverse occasioni.

In OFFERTA SCONTO su www.terranuovalibri.it

di Terra Nuova


Forse ti interessa anche:

Posta un commento