Cohousing: vuoi essere un nuovo abitante?

Vorresti vivere in un cohousing ma non hai trovato ancora quello che fa per te? Il Cohousing San Giorgio a Ferrara cerca un abitante mentre a Pontedera (Pi) c'è spazio per altre quattro famiglie!

13 Dicembre 2017

Se sogni di vivere in un cohousing ecco due opportunità per farlo diventare realtà. San Giorgio a Ferrara e la Casa degli alberi cercano nuovi abitanti per completare il gruppo. Il primo è un cohousing già abitato e pronto per accogliere, il secondo aprirà il cantiere nel 2018. Entrambi sono cohousing nati "dal basso" attraverso un percorso di progettazione partecipata, in cui il gruppo si è reso ideatore ed artefice del progetto. C'è ancora la possibilità per alcune famiglie di entrare a far parte di queste due comunità: scopri come metterti in contatto!

Pontedera (Pi): La Cooperativa Casa degli Alberi
In attesa dell’approvazione definitiva del Piano di Recupero, prevista per i primi mesi del 2018, la cooperativa di cohousers, composta da otto famiglie, sta scegliendo la tipologia di costruzione in legno più adatta ala realizzazione del cohousing. Inoltre sta definendo la rosa dei tecnici (architetto, aziende, figure professionali) che cureranno la progettazione esecutiva e la realizzazione del progetto. L'apertura del cantiere è prevista tra l’estate 2018 ed inizio 2019.
Sono ancora disponibili posti per ulteriori 3 o 4 famiglie a seconda della metratura richiesta. Se ti senti pronto per vivere in un cohousing e vuoi saperne di più sul progetto, partecipa

DOMENICA 17 DICEMBRE dalle ore 18:00, c/o Centro Poliedro, Pontedera (PI)
sei invitato a partecipare al COH-APERITIVO, un incontro aperto a tutti dove potrai raccogliere tutte le informazioni che desideri.
Per ulteriori informazioni:
Monica Baldini, Presidente cooperativa, 338 1608959, info@casadeglialberi.it -www.casadeglialberi.it

 
Ferrara: Cohousing San Giorgio
Il progetto nasce nel 2008 ed il cohousing è stato realizzato nel 2015. Adesso è una realtà viva abitata da 7 famiglie (16 abitanti) che condividono molto di più che i semplici spazi in comune. Organizzano eventi, creano occasioni di gioco e convivialità, supportano la nascita di nuovi progetti e attraverso l'associazione Solidaria, interagiscono con la pubblica amministrazione per promuovere il vicinato solidale. Inoltre, il cohousing è stato premiato nel marzo 2016 dal Green Building Awards come miglior progetto italiano (tra i 30 selezionati).
E' disponibile alla vendita un appartamento di 85mq di classe energetica A4: terrazza con vista sul fiume, due camere da letto, sala cucina e bagno, ascensore, spazi comuni interni ed esterni con grande giardino e orto con possibilità di garage. Se fa al caso tuo, chiama: Rita 340 9514522, scrivi a info@cohousingsolidaria.org o vai al sito

Vuoi saperne di più sul cohousing?

Il cohousing è una particolare forma di vicinato dove coppie e singoli, ognuno nel proprio appartamento, decidono di condividere alcuni spazi e servizi comuni come i pasti, la gestione dei bambini, la cura del verde. Qualcosa di più rispetto al tradizionale condominio, dove ognuno è trincerato all'interno del suo appartamento, ma qualcosa di meno di una comune, dove a legare tutti i membri è anche la condivisione dell'economia. Più ci si addentra nella lettura, più il cohousing appare come una valida proposta contro la crescente atomizzazione e solitudine delle grandi città, dove il problema principale è senza dubbio la perdita di coesione sociale e il diffuso senso di isolamento. Scopri di più su Cohousing e condomini solidali!

di Francesca Guidotti


Forse ti interessa anche:

Posta un commento

Inserisci entrambe le parole sottostanti, con o senza spazi.
Le lettere non sono case-sensitive.
Non riesci a leggerlo? Provane un'altra