Teatro dell'oppresso in ecovillaggio: workshop internazionale con Jana Sanskriti

Organizzato dal Teatro della Tenerezza, il workshop sarà condotto da Sanjoy e Sima Ganguly, facilitatori di Jana Sanskriti, la pià grande compagnia di Teatro dell’Oppresso (TdO) del mondo.

30 Settembre 2017

2-5 Novembre 2017, Ecovillaggio l'Alluce Verde, Monzuno (Bo)

Organizza: Teatro della Tenerezza

Il workshop sarà condotto da Sanjoy e Sima Ganguly, facilitatori di Jana Sanskriti, la pià grande compagnia di Teatro dell’Oppresso (TdO) del mondo. Durante 4 giorni di ritiro presso l’ecovillaggio “L’Alluce Verde”, ubicato sull'appennino Emiliano, creeremo insieme il nostro spettacolo utilizzando i giochi-esercizi di teatro dell'oppresso come metafora sociale. Ciascuno entrerà in connessione con la propria realtà e con il proprio io interiore per scoprire le oppressioni che vive nella vita quotidiana. In gruppo esploreremo le molteplici dimensioni legati all’essenza dell’oppressore e dell’oppresso. Comprenderemo l’ideologia dell’oppressore attraverso differenti tecniche di TdO. A partire dalle nostre storie e dalle nostre esperienze di vita, creeremo scene in maniera partecipativa, per arrivare alla struttura di uno spettacolo di teatro foro. Vi sarà, in aggiunta un percorso teorico per visitare e ri-visitare Boal. Il workshop è parte delle attività del tour europeo della compagnia, che durerà 2 mesi, toccando Italia, Francia ed Austria.

Cos'è il teatro dell'Oppresso
E’ un sistema di giochi, esercizi e tecniche per portate allo scoperto i conflitti presenti nelle nostre società e cercare soluzioni collettive. È una metodologia educativa ed uno strumento di trasformazione sociale, utilizzato in tutto il mondo in molteplici ambiti: educazione, cultura, arte, politica, psicoterapia, diversità sessuali, inclusione giovanile, dipendenze, accompagnamento di persone richiedenti asilo, rifugiati, senza fissa dimora, persone private di libertà ed altre categorie svantaggiate. È, in sintesi, uno strumento per il rispetto dei diritti umani.

Jana Sanskriti
Jana Sanskriti è nata nel 1985 in India con lo scopo di utilizzare il teatro come strumento per l’azione politica, la mobilizzazione comunitaria e l’educazione popolare. Attualmente è una delle più importanti esperienze di Teatro dell’Oppresso del mondo. Ogni due anni, Jana Sanskriti organizza Mukhtadara, un festival internazionale di teatro foro nello stato del Bengala. Il festival permette a praticanti di Teatro di tutto il mondo di incontrare le comunità locali e lavorare con loro usando il teatro come strumento di cambiamento sociale e di empowerment delle organizzazioni di base.

Sanjoy Ganguly
Sanjoy Ganguly è stato attivo nella politica dei partiti durante gli anni dell’università. Disilluso dalle tendenze centralizzanti, ha lasciato il suo partito per cercare una culotura politica basato sul dialogo e la democrazia. Ha iniziato a lavorare con il teatro nelle aree rurali del Bengala agli inizi degli anni 80. Alcuni anni dopo ha incontrato Agusto Boal ed ha scoperto come il teatro dell’Oppresso poteva essere a servizio del suo impegno profondo in nome della giustizia sociale. Ha creato Jana Sanskriti come un’organizzazione indipendente impegnata nell’uso del teatro per portare coscienza ed empowerment alle comunità locali. Con oltre 30 gruppi associati, Jana Sanskriti è la più grande organizzazione di Teatro dell’Oppresso dell’India ed una delle più importanti esperienze a livello mondiale.

Sima Ganguly
Sima Ganguly è l’attrice principale e co-fondatrice di Jana Sanskriti. Partecipa in maniera regolari alle performace del nucleo principale della compagnia. E’ insegnante di teatro e conduce attività di formazione principalmente a favore di gruppi che Jana Sanskriti ha creato al di fuori dello stato del Bengala. Ha partecipato in workshop con famosi formatori come Agusto Boal, Kanaiha Lal e Ramaprasad Banik. Dal 1991 viaggia regolarmente con Sanjoy Ganguly e Jana Sanskriti per organizzare spettacoli nei villaggi di tutta l’India e nel resto del mondo.  Sima è anche l’attrice principale del famoso spettacolo “The Golden Girl” che è stato portato in scena in India ed all’estero oltre 2500 volte negli ultimi 25 anni.

Location
Il workshop si svolgerà nel magnifico contesto dell’ecovillaggio “L’Alluce Verde”, ubicato a Monzuno (Bologna). L’Alluce Verde è nato nel 2010 a partire dai sogni di due famiglie che si sono impegnate a far rivivere un vecchio casolare nell’Appennino Tosco-Emiliano. Oggi l’Alluce verde possiede spazi comuni per lo svolgimento di residenze artistiche, laboratori e serate collettive, in nome dell’arte, della condivisione e del contatto con la natura.

Date: 2-5 Novembre 2017
Location: Ecovillaggio “L’Alluce Verde”, Monzuno (Bologna)
Formatori: Sanjoy Ganguly e Sima Ganguly (India)
Alimentazione: vegana/vegetariana
Alloggi: dormitori condivisi
Lingue: Italiano ed Inglese
Costi (partecipazione al workshop + vitto + alloggio): 290 €

BORSE DI STUDIO DISPONIBILI!
Iscriviti e chiedi una borsa qui

Contatti
teatrodellatenerezza@gmail.com
www.teatrodellatenerezza.org

di Sergio Tonon

Posta un commento

Inserisci entrambe le parole sottostanti, con o senza spazi.
Le lettere non sono case-sensitive.
Non riesci a leggerlo? Provane un'altra